Pagine

domenica 17 giugno 2012

Generazioni

Oggi vi presento il componente più anziano della nostra famiglia:
la Bisnonna.

Una donna minuta dai capelli bianco candido, occhi piccoli e pelle rugosa che non ha più timore di svelare l'età e nemmeno qualche piccolo segreto del passato.
"Quando avevo la tua età fumavo di nascosto, mia madre non voleva. Io e le altre mettevamo a letto i bambini e ci incontravamo in una stanza segreta".

Nata nel 1920, ha visto l'ultimo Re d'Italia, la II guerra mondiale e l'eruzione del Vesuvio nel 1944.
Ha assistito al passaggio dal cinema muto a quello sonoro e all'invenzione della televisione.
Qualche volta riguardiamo insieme le vecchie foto in bianco e nero che ha accumulato negli anni e che il tempo ha fatto ingiallire.
Non se ne separa mai. Le tiene nella borsetta, insieme a quelle più recenti di tutti i suoi nipoti e pronipoti.
Lì dentro c'è più di una generazione.

Cucciolo approfitta dell'occasione per farsi dare lezioni di cucito.

Sedute una di fronte all'altra, lavorano da ore, senza sosta, stanno facendo un vestitino per la bambola.
Cucciolo: "Che dici, vado a prendere un bottoncino?"
Bis: "eh?"
"Prendo un bottoncino, per la gonna"
"Eh? Che hai detto?"
"Un BOT. TON. CI. NO"
"Eh! Non sono sorda, non gridare!"

Nessun commento:

Posta un commento