Pagine

venerdì 8 giugno 2012

Il pane

Avete mai provato a quantificare la spesa annua destinata all'acquisto del pane?
Da un indagine recente di Altroconsumo sembra che venga consumato dal 90% degli italiani e che ad ognuno costi circa 270€ all'anno.
Cioè una famiglia di quattro persone può arrivare a spendere 1000€.
Le città dov'è più caro?
Milano, Bologna, Padova e Genova, dove può arrivare a 6€ al kg.
Un kg di ottima farina (kamut) può costare anche 7€ ma diventa quasi due kg di pane e che pane!
Un panificio medio usa solo farina 00 cioè la peggiore! Quella che a noi costerebbe 30Cent.
Fatti quattro conti conviene mettere le mani in pasta, perciò, ecco a voi la mia personalissima, ricetta del pane.

Lasciate perdere il tagliere, la farina che vola dappertutto, l'acqua che scivola giù dal tavolo...
Prendete una ciotola, in plastica o vetro tipo insalatiera.
Calcolate che l'impasto raddoppierà di volume.
Riempitela con 400ml di acqua a temperatura ambiente (mi raccomando, troppo calda uccide il lievito!)

Con le mani, sbriciolate mezzo cubetto fresco e aggiungetelo all'acqua. Scioglietelo bene, aiutandovi con una forchetta.
Cominciate a mettere un po' di farina.
La farina è fondamentale. Ne esistono molti tipi, ognuno adatto a preparazioni diverse, diffidate di quelle buone per tutto.
Per il pane o la pizza dovrete usare la Manitoba oppure la Kamut, sono ottime anche quelle integrali.
Aggiungetene, mescolando con la forchetta, finchè non raggiunge una consistenza cremosa e densa.
Adesso mettete il sale, circa un cucchiaio (dipende dal gusto personale).
Fatelo amalgamare bene e poi continuate con la farina. A questo punto, se volete, potete usare quella 0. Oltre a rendere il pane più soffice, aiuta a contenere la spesa.
E' il momento di usare le mani.
Amalgamate bene la farina, aggiungendola un po' per volta.
L'impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso.
Formate una palla, incidetela a forma di croce, aiuterà la lievitazione.
Versateci un filo di olio e mettete la ciotola nel forno, spento, così starà al riparo.
Io preferisco usare mezzo cubetto e lasciar lievitare la pasta per almeno 4 ore, usando molto lievito, la pasta sarà pronta prima ma il pane avrà un sapore poco piacevole.
Avete poco tempo? Potete prepararlo la sera e lasciarlo lievitare fino alla cena del giorno dopo! Sarà ancora più buono.
Cuocetelo in forno a 220° per circa 30 minuti.
Se aprirete il forno durante la cottura non si sgonfierà come le torte!

Buon appetito.

Nessun commento:

Posta un commento