Pagine

giovedì 26 luglio 2012

Emozioni da ragazzi

Mammacanta e Pisolo si mettono in viaggio per raggiungere le creature.
Sono un po' agitati. Non devono arrivare in ritardo.
L'autostrada e` trafficata ma con le mappe del nuovo tablet, basta un attimo per trovare una strada alternativa.
2oo km in 3h e nemmeno un minuto di coda.
Affrontano le ultime curve in mezzo alla nebbia e sotto una pioggia battente.
Mammacanta non vede l'ora di riabbracciare le sue creature, le immagina mentre aspettano; braccia conserte, infreddolite, al riparo dalla pioggia, anche loro ansiose di rivederla.

Non e` cosi`.

Non c'e` nessuno ad accoglierli, nemmeno la receptionist.
Sono tutti in teatro; una sala gremita di ragazzini che ballano, piangono, si abbracciano, promettono di rivedersi, di ritrovarsi il prossimo anno, di scriversi, di non dimenticarsi.
Cucciolo partecipa con passione e intanto mastica una Big Babol grande come tutta la sua bocca.
Brontolo respira la tristezza, corre piangendo verso Mammacanta: "Ciao, mamma. Io non voglio andare via"
Lei torna nel passato, si rivede ragazzina, quando, come loro, salutava gli amici dell'estate. Il rito si ripeteva ogni anno.
Promesse tra innamorati, amicizie indissolubili, scambi di indirizzi e numeri di telefono, desideri che poi, una volta arrivati a casa, sarebbero rimasti in un cassetto, perche` il bello degli amici dell'estate e` che sono solo li`, nel paese della spensieratezza e del divertimento.
Mammacanta pensa che c'e` un tempo per ogni emozione.

Terminata la cerimonia dei saluti, la famiglia felice puo` ripartire.
Al decimo tornante.
Pisolo: "Ragazze avete preso tutto?"
"Siii" rispondono decise le creature
"Cucciolo, hai preso il cap?"
"E` nello zaino"
"Brava. Brontolo, tu hai preso il cap e gli stivali?"
"Si`, sono nella busta" risponde B asciugandosi le lacrime
Mammacanta: " quale busta? Io non ho preso nessuna busta!"
"Quella che era accanto alla valigia"
"Ok. Eccovi due travelgum, torniamo indietro!"

Nessun commento:

Posta un commento