Pagine

giovedì 12 luglio 2012

Non ci credo ma è vero

"Buongiorno signora, oggi sua figlia sta molto meglio. Non ha più la febbre, può stare tranquilla"
"Bene, menomale, posso parlarle?"
"No, le stanno lavando i capelli con un antiparassitario. Sa, ha delle uova in testa, delle lendini"
"..."

Dalle placche ai pidocchi, in poche ore.
Vi sento ridere!

Qualunque mamma di fronte a questo parassita inorridisce e passa all'azione.
Io posso solo inorridire e limitarmi ad immaginare quello che farei se mia figlia fosse qui.
La domanda è: dove cavolo li ha presi?
Al mare? Sul treno? Durante l'ultima settimana di caldo torrido che abbiamo, per lo più, trascorso in casa? Lì, in colonia?
Mai, e ripeto, mai avuti i pidocchi in 10 anni!
Evidentemente quelli di queste parti apprezzano altre teste oppure quelli di quelle parti non hanno avuto alternativa oppure guarda un po'...
La mia bisnonna diceva sempre:
"ij nun c crer ma o suttanino mi s'è rott" (io non ci credo ma la mia sottana si è rotta).

Ho la sensazione che questo susseguirsi di accidenti non sia ancora giunto al termine.

2 commenti:

  1. Ciao, io li ho avuti i pidocchi! Mi ricordo che avevo i capelli lunghissimi e mia madre me li tagliò a zero. Poi lavaggi e contro lavaggi che avrebebro steso pure l'uomo delle nevi. Oggi le cose sono molto più semplici e non serve più neanche tagliare i capelli. Dove li ha presi non ha molta importanaza, no? Non te la tirare, altrimenti sfiga chaima sfiga!
    Grazie di essere passata, ricambio il tuo abbarccio, specialmente ora che i cuccioli sono fuori. E' bello il tuo blog. Non ti lascerò.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei una donna coraggiosa e determinata, è un piacere leggere i tuoi post. continuo a grattarmi, sopraffatta dalla sindrome della "pidocchite"

      Elimina