Pagine

giovedì 16 agosto 2012

Il vuoto sotto i piedi

"Bisogna prendere la funivia pero`si mangia benissimo" dice il nonno del piano di sopra.
Quale oscuro motivo spinge operosi cittadini in vacanza ad andare a mangiare in posti sperduti e quasi irraggiungibili?
Deve trattarsi di un istinto atavico, perche`eccola la`, la funivia, 70% di pendenza; un ascensore sospeso nel vuoto.
600m in tre minuti tra le raffiche di vento.
Si`ma, ci saranno gia`salite centinaia di persone. Non saro`la prima ne`l'ultima. Se puo`salirci il neonato famoso, posso farlo anch'io.
Pisolo e il nonno di sopra sono pronti a percorrere a piedi il sentiero che conduce alla cima.
Mammacanta saluta sospirando, come fosse un addio, prende per mano le bambine e si dirige verso la cabina del panico.
Entrano.
Le porte si chiudono, il mezzo parte e partono anche i film-pensieri:
1. l'ascensore si sgancia, precipita, Mammacanta abbraccia le bambine per proteggerle dall'impatto, ma muoiono tutti
2. tg1, tragico incidente per una famiglia in vacanza in Trentino, si spezza il cavo della funivia, muoiono la madre e le due bambine, salvo per miracolo il padre che non e` salito
3. il mezzo si blocca a meta`del percorso, resta sospeso nel vuoto, dondolato dal vento, per diverse ore.
Al ritorno c'e`anche Pisolo.
Mammacanta chiude gli occhi:
la cabina trasporta 7 persone in ogni giro, se percorre la tratta in tre minuti, quanta gente raggiunge la cima del monte in 8 ore?
"Adesso posso dirtelo - dice Pisolo scendendo dal mezzo - e`sicuramente la peggiore funivia che abbia mai visto!"

Nessun commento:

Posta un commento