Pagine

martedì 18 settembre 2012

Scelte

"Allora ciao, buon lavoro, giustooo?"
"Sbagliato, ho lavorato solo per qualche mese, poi sono tornata alla mia vita da casalinga"
"Ma dai. Non lo sapevo. Cosa e`successo, il professore e`scomparsoo?"
"No, il professore sta benissimo. E`vivo e vegeto"
"Allora perche`hai smesso, non ce la facevi, ti stancavi troppooo?"

Mi stancavo? Io non ce la farei? Tu invece ce la fai.

"Cara mamma wonderwoman, instancabile lavoratrice part-time, donna dalle molteplici qualita`, con un'autostima grande come l'Everest, cosa ti fa pensare di essere migliore di me? Perche`continui a lavorare se preferiresti fare la casalinga? Perche`ti senti autorizzata ad elevarti a giudice della vita altrui? Perche`mi offendi? E soprattutto, perche`non ti fai gli affari tuoi?"
Immagina di dire Mammacanta, invece si morde la lingua e dice:
"Ce la facevo come puoi farcela tu, con la differenza che io non ho una nonna full-time a disposizione."
E basta, solo questo.

Mammacanta e`tornata a casa e ha rimuginato per ore su quella conversazione e sul perche`della sua scelta.
Si considera fortunata perche`ha avuto la possibilita`di scegliere ma non e`una ricca ereditiera, ne`ha sposato un uomo facoltoso.
Mammacanta non oserebbe mai credere, tantomeno dire, che una donna che ha scelto diversamente da lei, non ama altrettanto la sua famiglia ne` che ha preferito il lavoro per sfuggirle.

4 commenti:

  1. Rosellamittiga19/09/12, 03:16

    Ciao sono una mamma di due bimbe che deve lavorare faccio un lavoro che mi fa uscire dall uff. Alle 4 in modo di prendere tutte e due dall asilo, lavoro 7 ore e nn faccio pausa pranzo per nn far tardi e' vero la mia autostima e' grande come l'everest altrimenti finirei a pezzi. Nn mi posso permettere di nn lavorare e quando le mamme casalinghe mi dicono che sono fortunata be le prenderei a parolaccie ;-) e purtroppo certe volte si mi sento wonderwoman.

    RispondiElimina
  2. Ciao. Credo che se le mamme lavoratrici avessero piu` aiuti potrebbero vivere piu`serenamente questa scelta.
    E`un'esperienza che ho fatto e so quanto e`difficile, sia fisicamente che emotivamente. Non esistono mamme migliori. Nonostante esigenze diverse ci accomuna l'amore per i figli.

    RispondiElimina
  3. Ciao sono una moglie, madre di 3 figli che ha chiesto e ottenuto un part-time a 6 ore senza mensa.
    Non mi considero una wonderwoman, ma ho stima di me stessa perche' mi ritengo consapevole delle mie scelte e del fatto di averle condivise, sia in fase progettuale che nella loro attuazione, con mio marito. Dal nido in poi la gestione mattuttina dei figli e' stata di competenza paterna, cosa che mi consente di iniziare a lavorare alle 7.30 e di essere presente all'uscita da scuola e disponibile per le attivita' extrascolastiche dei bambini.
    Come giustamente dici tu, fare la casalinga e' una scelta, non necessariamente dettata dall'assenza dei nonni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E`vero. I nonni non sono indispensabili ma converrai che sono una risorsa impagabile. una mamma e`certamente piu`serena sapendo di poter affidare i propri figli ad una persona di famiglia che li ami altrettanto e che sia disponibile all'occorrenza. io vedo pochi pro e tanti contro in entrambe le scelte, mi piacerebbe che tra le donne ci fosse piu`collaborazione e comprensione ma ahime`la strada da percorrere e`ancora lunga. :-)

      Elimina