Pagine

lunedì 10 dicembre 2012

Curvatura astrale, panini duri e cervi giganti

Venerdi`.
Birba piccola tornava da una festa "cinema e panino" e alla domanda :"Ti sei divertita?" rispondeva :"Si`, anche se l'aria sapeva di cavoli, gelato ammuffito e piedi puzzolenti".

Sabato a cena.
Pisolo tentatava di spiegare al resto della famiglia come gli scienziati pensano che un giorno si potra`raggiungere la parte opposta dello spazio. In particolare si soffermava sul concetto di curvatura astrale e dava alcune delucidazioni circa la velocita`della luce. La conversazione raggiungeva il culmine mentre le creature abbandonavano la tavola per andare a giocare con la wii, lasciando Mammacanta come unica spettatrice del coinvolgente monologo.

Domenica sera.
Mentre Pisolo e lo Zio Fester dagli spalti di San Siro assistevano ibernati alla partita Inter-Napoli, Mammacanta dal divano di casa controllava gli zaini delle creature e trovava: una pera ammuffita, una carota annerita e due panini duri.
Alle 22.00 andava a letto ma, preoccupata per l'incolumita`del consorte, restava sveglia ad aspettarlo. Alle ore 11.45 il tifoso varcava la soglia di casa e lei crollava addormentata.

Questa mattina ore 6.00, temperatura esterna -2.5*, Mammacanta si svegliava e, in stato catatonico, accompagnava Cucciolo a scuola per la gita a Mantova.
Incontro ore 7.15, partenza prevista ore 7.30.
Partenza effettiva ore 9.00 perche` l'assicurazione del pullman era scaduta.

Attualmente, riportate a casa le membra congelate, Mammacanta sta seriamente valutando la proposta della birba piccola:
"Mamma, se mi compri quel cervo gigante ti lascio dormire nel mio letto per dieci giorni".

Nessun commento:

Posta un commento