Pagine

lunedì 21 gennaio 2013

Di amicizia e verita`

Chissa`perche`, quando Pisolo le aveva parlato di un invito ad una cena tra colleghi, lei aveva pensato ad una serata a casa.
Aveva immaginato una tavola apparecchiata con un numero di posti pari, a cui avrebbero partecipato anche i rispettivi mariti, compagni e mogli.
Una cena dove si sarebbe parlato del piu`e del meno, con persone appena conosciute, in mezzo a persone che da anni lavorano insieme.
Invece si e`trattato di una cena al ristorante in cui l'unica estranea all'ufficio era lei.
Sette individui perfettamente in sintonia, cosi`affiatati da capirsi al primo sguardo, tanto in confidenza da far sembrare il resto del mondo un posto arido.
Mammacanta li ha osservati ed ascoltati, si e`lasciata coinvolgere dall'affetto che le hanno dimostrato, ha riso con loro e cercato di partecipare a quella complicita`che riempiva la sala.
C'era Max che raccontava di strani personaggi che bussano alla sua porta in cerca di aiuto, c'era Carlo che forse e`innamorata di un uomo che forse e`innamorato di lei da nove anni, c'era Mario che sa cucinare solo con il bimby, c'era Roberto che descriveva preoccupato i personaggi che popolano l'ufficio in cui e`stato appena trasferito, c'era Lello che tra un bicchiere di vino e l'altro ha detto al collega/compagno che vuole un figlio da lui e c'era lui che rispondeva terrorizzato "Forse e`meglio aspettare".
Mammacanta pensa che Pisolo sia stato fortunato ad aver incontrato delle persone cosi`speciali, ma in verita`, in un angolino remoto del suo cuore possessivo, e`anche tremendamente gelosa di quella parte della sua vita a cui lei non puo`partecipare.




4 commenti:

  1. Forse è giusto così, gli spazi propri aiutano a non fagocitar si.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verissimo. continuo a ripetermelo da due giorni incessantemente

      Elimina
  2. E' assolutamente vero che bisogna nella coppia avere i propri spazi,ma,anche se non lo ammetterei mai,anche io forse un pochino gelosa del mio ragazzo lo sarei.Però la cosa bella è che loro ti hanno resa partecipe,a me spesso è successo invece di essere lasciata un po fuori dai loro discorsi e di essermi sentita un terzo incomodo.

    Poi ammetto che io,purtroppo,sono piuttosto gelosa e,probabilmente vederlo così in sintonia ad esempio con una sua collega di sesso femminile mi darebbe molto fastidio.Ma io sono fatta un po male,lo so! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei fatta male. La gelosia e`un sentimento positivo ma difficile da controllare. A volte e`giustificato, altre no ma fa soffrire comunque. Se la persona che abbiamo accanto ci rispetta sapra`fugare le nostre paure.

      Elimina