Pagine

martedì 20 agosto 2013

Il caffe`

Il problema era riuscire a trovare il posto alla catasta di cose che avevano portato da casa.
Le valigie vuote sull'armadio,
la cuccia, il tiragraffi e la ciotola di Creamy nell'angolo in cucina,
il fornetto accanto alla tv,
i due kili di caffe`(quello che piace a loro qui non si trova) nel mobile sopra la cappa,
fionda, balestra e palloni in cameretta,
i libri sui rispettivi comodini e
la ventina di settimanali non ancora letti, in bagno, accanto al water, ovvio.
Comunque alle 11 era tutto in ordine, la vacanza poteva cominciare.

La casa dove la famiglia felice avrebbe trascorso le successive tre settimane e`un classico maso, col tetto di tegole e i balconi di legno da cui scendono cascate di gerani.
E` diviso in piccoli appartamenti e nel locale che prima era la stalla adesso ci sono una grossa caldaia e la lavatrice comune.
Tutto intorno prati sfalciati e alberi da frutto.
Ci sono anche un orticello e qualche gallina e poi il bosco, dove si nascondono cervi, volpi, orsi e forse lupi.
La vita qui si svolge tra rilassanti passeggiate nel verde, che solitamente durano quattro ore, arrampicate pericolose precedute da una breve lezione sui nodi, quelli grazie ai quali resti ancorato alla parete o al compagno sopra di te, nel caso dovesse sfuggirti la presa, e chiacchiere in terrazza davanti ad una buona tazza di caffe`.
Quest'ultimo e`il momento preferito da Mammacanta.
Lei mette la caffettiera sul fuoco, spalanca la finestra e aspetta che il profumo attiri gli ospiti in terrazza. Prepara la cremina nella chicchera, sbattendo un po' di zucchero con le prime gocce di caffe`, poi versa tutto nelle tazzine sul vassoio e va a raggiungere gli altri.


Nessun commento:

Posta un commento