Pagine

mercoledì 4 dicembre 2013

Preadolescenti e coetanei

Sono uguale ai miei coetanei.
Pertanto se loro indossano il cappello di lana appena appoggiato alla nuca e in modo che un lungo ciuffo di capelli cada davanti all'occhio destro, impedendone la funzione cui e`destinato,
allora anch'io imparero`a guardare con un occhio solo.
Sono uguale ai miei coetanei.
Pertanto se loro, nonostante il gelo, indossano pantaloni lisi e stracciati sulle ginocchia,
allora anch'io vorro` essere attraversata da quel vortice di correnti d'aria.
Sono uguale ai miei coetanei.
Pertanto se loro comunicano solo attraverso l'etere, pigiando tasti microscopici alla velocita`della luce,
allora anch'io fingero`che non siano davanti a me e gli uozzappero`qualcosa.
Sono uguale ai miei coetanei.
Pertanto, quando al mattino mia madre mi salutera`davanti al cancello della scuola, tentero`di sfuggire al suo abbraccio, e staro`molto attenta affinche`nessuno mi veda mentre le do quel bacio sulla guancia che lei tanto aspetta.


Nessun commento:

Posta un commento